Info

Giordania: Quando Andare per un Viaggio Indimenticabile?

Giordania quando andare

La Giordania è una destinazione affascinante, ricca di storia antica, paesaggi mozzafiato e una cultura accogliente. Il momento migliore per visitare questo paese mediorientale dipende dalle vostre preferenze di viaggio, ma generalmente il periodo ideale è tra marzo e maggio o da settembre a novembre. Questi mesi coincidono con la stagione primaverile e autunnale, quando il clima è mite e piacevole, rendendo queste stagioni l’ideale per esplorare le numerose attrazioni all’aperto della Giordania.

Durante la primavera, le temperature variano tra i 20 e i 30 gradi Celsius, il che è perfetto per visitare siti storici come Petra, la città rosa incisa nella roccia, o per godersi una passeggiata tra i paesaggi desertici del Wadi Rum sotto un cielo chiaro e soleggiato. In autunno, il clima rimane simile con temperature che scendono gradualmente, rendendo le escursioni e le visite a siti archeologici come Jerash o il Castello di Ajloun confortevoli e piacevoli. Inoltre, queste stagioni vedono meno affollamenti rispetto all’alta stagione estiva, offrendo un’esperienza più tranquilla.

L’estate, da giugno ad agosto, può essere estremamente calda, con temperature che superano spesso i 40 gradi Celsius nelle zone desertiche e possono diventare opprimenti. Nonostante ciò, se siete amanti del caldo o se non avete alternative, la Giordania resta visitabile anche in estate, prestando attenzione a proteggersi dal sole e a mantenere un’adeguata idratazione. L’inverno, da dicembre a febbraio, è il meno consigliato per una visita poiché le temperature possono scendere notevolmente, specialmente di notte, e le piogge occasionali potrebbero condizionare le vostre attività turistiche.

Per raggiungere la Giordania, il mezzo di trasporto più comodo e veloce è sicuramente l’aereo. Il principale aeroporto internazionale del paese è l’Aeroporto Queen Alia, situato a circa 30 chilometri a sud di Amman, la capitale. Diverse compagnie aeree internazionali offrono voli diretti o con scalo per la Giordania da majori città europee, asiatiche e alcune nordamericane. Dall’aeroporto, si può facilmente raggiungere il centro di Amman o altre destinazioni all’interno del paese tramite servizi di autobus, taxi o noleggio auto. Alternativamente, per chi proviene da paesi vicini, ci sono opzioni di ingresso via terra o, per alcune destinazioni costiere, via mare.

Giordania quando andare: attrazioni da vedere

La Giordania è una terra di meraviglie storiche e paesaggi naturali straordinari. Per vivere appieno la magia di questo paese, il periodo ideale per una visita è la primavera (marzo-maggio) o l’autunno (settembre-novembre), quando il clima è mite e le temperature permettono di esplorare comodamente. Se il vostro viaggio comincia nella capitale, Amman, potrete ammirare l’antico anfiteatro romano e la cittadella che si erge sulla città, offrendo una vista panoramica mozzafiato.

Dopo aver esplorato la capitale, dirigetevi verso nord fino alle rovine di Jerash, una delle città di epoca romana meglio conservate al mondo, con le sue strade colonnate, archi trionfali e teatri antichi. Poi, proseguite verso il Castello di Ajloun, una fortezza del XII secolo con una ricca storia crociata e splendide viste sulla campagna circostante.

Ritornando verso sud, fermatevi al Mar Morto per un rilassante bagno nelle sue acque salate e una seduta di fanghi terapeutici. Proseguendo il viaggio verso sud, fate una sosta a Madaba, nota per la sua antica mappa in mosaico della Terra Santa, e al Monte Nebo, dove si dice che Mosè abbia visto la Terra Promessa.

L’attrazione più conosciuta della Giordania è senza dubbio Petra, la città scavata nella roccia dagli antichi Nabatei e una delle Sette Meraviglie del mondo moderno. Dedicate almeno un giorno intero, o meglio due, per esplorare questo vasto sito archeologico, dai suoi famosi monumenti come il Tesoro (Al-Khazneh) alle tombe e ai monasteri scolpiti nelle pareti di roccia rosa.

Infine, non lasciate la Giordania senza una visita al Wadi Rum, noto come la Valle della Luna. Questo deserto di sabbia rossa e maestose montagne rocciose è stato il set di numerosi film, tra cui “Lawrence d’Arabia” e “The Martian”. Qui potrete fare un giro in jeep, un’escursione a cammello o persino passare la notte in un campo beduino sotto le stelle.

In sintesi, il clima della primavera e dell’autunno non solo offre temperature confortevoli durante il giorno, ma anche cieli limpidi che esaltano la bellezza di questi antichi paesaggi. Scegliendo uno di questi periodi per il vostro viaggio, avrete la garanzia di godere delle attrazioni più belle della Giordania nella loro piena gloria.

su ggerimenti e consigli

La Giordania è una destinazione che incanta i visitatori con il suo patrimonio storico e culturale, i suoi paesaggi da sogno e la sua ospitalità. Prima di partire per questo viaggio memorabile, è fondamentale pianificare con attenzione, soprattutto per quanto riguarda il periodo ideale per la visita e cosa mettere in valigia.

Il periodo migliore per visitare la Giordania è durante i mesi di primavera (marzo-maggio) e autunno (settembre-novembre). In questi mesi, il clima è generalmente mite, con temperature che variano dai 20 ai 30 gradi Celsius, a seconda della regione. Queste condizioni climatiche sono ideali per esplorare le magnifiche rovine di Petra, percorrere le strade di Jerash, o ammirare i paesaggi desertici del Wadi Rum. Inoltre, eviterete le temperature eccessivamente alte dell’estate e il freddo a volte sorprendente dell’inverno.

Prima di partire, è consigliabile controllare i requisiti di ingresso nel paese, come il visto e le eventuali vaccinazioni raccomandate. È inoltre prudente stipulare un’assicurazione di viaggio che copra eventuali emergenze mediche e cancellazioni. Informarsi sulla situazione politica e sociale del paese è anche una precauzione saggia. Avere sempre con sé una copia dei documenti importanti, come il passaporto e l’assicurazione di viaggio, è una buona regola in caso di perdita degli originali.

Quanto alla valigia, è importante adattare il vestiario alle condizioni climatiche e culturali. Per i mesi più caldi sono raccomandati abiti leggeri e traspiranti, ma è fondamentale portare anche un copricapo, occhiali da sole e una buona protezione solare per ripararsi dai raggi UV. Per i periodi più freschi, è necessario invece prevedere strati aggiuntivi come maglioni e una giacca leggera, senza dimenticare un impermeabile o un ombrello per eventuali piogge. In ogni caso, è richiesto un abbigliamento rispettoso delle usanze locali, che significa evitare indumenti troppo corti o attillati, e portare con sé una sciarpa o un foulard per coprire spalle e capo quando necessario.

Non dimenticate scarpe comode e robuste per le camminate sui terreni irregolari, specialmente se avete in programma di visitare Petra o di fare trekking nel Wadi Rum o in altre aree naturali. Un kit di pronto soccorso con i medicinali di base, un disinfettante per le mani e repellant per insetti possono essere utili aggiunte alla vostra valigia.

Infine, considerate il vostro equipaggiamento elettronico: un adattatore di corrente universale e una batteria esterna per il cellulare sono fondamentali, così come una buona fotocamera per immortalare i ricordi di questo viaggio indimenticabile. Con questi accorgimenti, sarete pronti a vivere la Giordania al meglio, con la serenità di essere preparati per ogni evenienza.